FANDOM




Topolinia
Mappatopolinia
Informazioni generali
Stato:Calisota, USA
Abitanti1.000.000 (stima)
Governato da:Sindaco (Topolinia)
Nome originale:Mouseton
Fondato nel:XVI Secolo
Fondatore:
Fumetti
Creato da:
Lingua:

Inglese


Topolinia (in inglese Mouseton), è una città fittizia dell'universo dei topi, principale teatro di scena delle storie dei Topi Disney.

Si trova nello stato del Calisota (lo stesso di Paperopoli), affacciata sull'oceano Pacifico, alla foce del Mouse River[1]. Tuttavia, sebbene si trovi sulla costa ovest, il suo stile urbanistico ricorda quello delle tipiche cittadine dell'est, di dimensioni modeste e alto borghesi, come potrebbero essere i centri urbani del Connecticut o del Rhode Island[2].

CreazioneModifica

Inizialmente i fumetti Disney erano ambientati in un anonimo piccolo paese rurale, che faceva da teatro alle prime storie di Floyd Gottfredson. Negli anni 1934/35 (si veda a titolo di esempio Topolino giornalista) l'azione dei personaggi fu trasferita in una città (senza distinzione tra universo dei topi e quello dei paperi), creata dallo stesso con il contributo di Ted Osborne.

Tale centro fu battezzato Mouseville (salvo poi venire rinominato Mouseton per problemi di copyright)[3], nell'intestazione di un telegramma, nella storia Topolino e il mistero di Macchia Nera; il nome italiano si deve a Guido Martina. In seguito Carl Barks operò una scissione creando la città di Paperopoli ove ambientare le storie dei paperi.

Questa netta separazione dei due universi, fu accolta fin da subito negli altri paesi europei, come Grecia, Danimarca, Francia e naturalmente Italia.[4].

Gli abitanti di Topolinia, chiamati anche topolinesi, sono meno numerosi rispetto ai paperopolesi, ma la città è comunque altrettanto importante, economicamente parlando. Perlopiù gli abitanti di Topolinia sono cani antropomorfi, mentre i topi e i gatti antropomorfi sono paradossalmente numericamente inferiori nella città.

StoriaModifica

La città di Topolinia si affaccia sulla baia omonima alla foce del Mouse River. I primi abitanti della zona furono dei bucanieri spagnoli, capeggiati da Pismo Tabasco, che si stabilirono sulla costa alla fine del XVII secolo, creando l'insediamento di Tabasco Bay, base per le loro scorribande [5].

All'epoca del West, invece, all'interno esisteva il villaggio di Spavent City, dove imperversava il pistolero Topo the Kid [6].

Il vero nucleo urbano di Topolinia, perciò, nacque in un anno imprecisato tra il 1880 e il 1930, verosimilmente dalla fusione di queste due anime, anche se la storia non è stata mai raccontata. Come figura del fondatore esistono due interpretazioni: Geremia Ratt oppure Harvey Esploribus [7].

La città si sviluppò lentamente negli anni successivi alla sua creazione, mentre nel Novecento la spinta economica fece sì che la crescita fosse enormemente accelerata, fino a che Topolinia divenne una metropoli di oltre un milione di abitanti.

Gli scienziati topolinesi, preoccupati da questa improvvisa crescita demografica, nel 1970 avviarono il progetto sperimentale di Topolunia [8]. Una stazione orbitale spaziale, che era l'esatta copia della città e che avrebbe dovuto ospitare una piccola colonia di topolinesi. Il progettò, tuttavia, fallì a causa dei disordini provocati da Pietro Gambadilegno e Trudy [9].

Simbolo cittadinoModifica

Lente Per approfondire, vedi la voce Bandiera di Topolinia.

La bandiera di Topolinia porta l'effigie di un topo bianco su sfondo azzurro e rosso, a rappresentare giustizia, audacia, il legame con il mare e le origini piratesche.

Luoghi d'interesseModifica

Abitazioni dei personaggi principali

Strutture istituzionali

Istituzioni culturali

Organi di informazione

Strutture di sicurezza

Infrastrutture e trasporti

Aree pubbliche

Monumenti

Attività commerciali

Quartieri Modifica

Topolinia 20802Modifica

Topolinia 20802 1

Topolinia 20802 è un immenso quartiere di Topolinia. Servito dal trasporto ferroviario e dalla metropolitana, è una dalle zone più importanti e all'avanguardia della città. Qui si trova la sede del Topolinia Daily, quotidiano dove Topolino a volte lavora come giornalista nell'omonima saga. Vi sono anche numerosi grattacieli che ospitano uffici e imprese, oltre che eleganti palazzi residenziali.

Snob Hill Modifica

Snobhill

Snob Hill è uno dei quartieri residenziali più ricchi ed eleganti, che contiene numerose dimore gentilizie in cui si sono svolte le avventure del giovane Topolino.

Quartiere Vittoriano Modifica

La zona dove si svolgono le avventure di X-Mickey è il misterioso Quartiere Vittoriano, contraddistinto da una fitta nebbia che ostacola la visione e da edifici in stile gotico o comunque particolari.

Villatetra Modifica

Villatetra è una zona di antica costruzione e poco nota della città, dove si trovano edifici abbandonati o in dismissione.

CuriositàModifica

  • Nella collana dei mitici Disney, all'inizio di alcuni volumi è ospitata la mappa della città dove vive il personaggio a cui è dedicato il numero. Se si confrontano la mappa di Paperopoli con quella di Topolinia si nota che la città dei paperi è grande almeno il doppio.

NoteModifica

  1. [1] Mappa di Topolinia - ΚΟΜΙΞ wiki.el
  2. [2] Universo di Topolino - Wikipedia.it
  3. [3] Topolinia - Picsou wiki.fr
  4. [4] Topolinia - ΚΟΜΙΞ wiki.el
  5. Come raccontato in Topolino e il festival dei bucanieri (Carl Fallberg-Paul Murry)
  6. Vedi la storia Topolino imperatore della Calidornia (Romano Scarpa)
  7. Come raccontato rispettivamente nelle storie Topolino e l'effetto trasmutatore (Carlo Panaro-Giorgio Di Vita) e Topolino e la scia delle torpedini (Giorgio Figus-Franco Valussi)
  8. [5] Topolino e gli Ufo-pirati di Topolunia (1979) - INDUCKS.org
  9. [6] Topolino e il terrore a Topolunia (1980) - INDUCKS.org
  10. [7] Topolino e la sindrome visionaria, (1997) - INDUCKS.org
  11. [8] Topolino e la dimensione Delta, (1959) - INDUCKS.org
  12. Vedi Topolino poliziotto e Pippo suo aiutante, 1934