FANDOM



Abbozzo Questo articolo è un abbozzo!

Aiutalo scrivendo qualche informazione in più!

Paperquote Questo articolo o sezione è da aiutare!

Le informazioni riportate in questo articolo non soddisfano i requisiti minimi di PaperPedia.
Puoi aiutare la voce revisionando forma e contenuti

Rodolfo Cimino
Rodolfo Cimino
Informazioni generali
Nazionalità:Italiana
Data di nascita:16 ottobre 1927, Palmanova (UD)
Data di morte:31 marzo 2012, Mestre (VE)
Campi:Sceneggiatore
Prima storia:Zio Paperone in: Brividi all'equatore

30 aprile del 1961

Lavori
Personaggi creati:
Vita privata


Rodolfo Cimino (Palmanova, 16 ottobre 1927 - Mestre, 31 marzo 2012) è stato uno dei più grandi sceneggiatori Disney italiani.

La vitaModifica

Rodolfo Cimino iniziò la sua carriera Disney come inchiostratore di Romano Scarpa, avendo così la possibilità di lavorare a contatto con lo straordinario gruppo creativo dell'epoca, composto, fra gli altri, da Guido Martina.

La prima storia sceneggiata interamente da lui risale al 1962, su disegni di Scarpa stesso: da questo momento Cimino si specializzerà nella sceneggiatura, in cui rivelerà un particolare talento. La sua epoca d'oro si può considerare la prima metà degli anni '70, in cui l'autore produsse alcune delle migliori storie del periodo, disegnate per lo più da Giorgio Cavazzano, da Luciano Gatto o dallo stesso Romano Scarpa.

Dopo un'interruzione fra il 1976 e il 1987, in cui si dedicò alla politica ed ebbe delle vicissitudini giudiziarie, Cimino tornò all'attività di fumettista per la Mondadori; negli anni '90 si segnalò soprattutto per le sceneggiature della serie di Nonna Papera e i racconti intorno al fuoco, relativamente originale perché basata su personaggi insoliti e temi poco disneyani, come l'amore e la morte.

Cimino è morto il 31 marzo 2012 all'età di 85 anni; Topolino gli ha dedicato un ricordo nelle pagine di apertura del numero 2943. L'ultima storia scritta dall'autore friulano, Zio Paperone e il Veliero d'argento, venne pubblicata sette mesi dopo sul numero 2971 di Topolino (31 ottobre 2012); i disegni sono di uno dei suoi storici collaboratori, Giorgio Cavazzano.



Robot di Paperone

La fantasia di Cimino.

Immagine tratta da "Zio Paperone e le streghe in azione". Disegni di Giorgio Cavazzano.

Personaggi e segnali di stile Modifica

A Cimino è dovuta l'invenzione di personaggi come Roberta e Reginella, e l'utilizzo assiduo di personaggi minori, come Battista. Dal punto di vista stilistico, per dare più spessore e ironia alle sue storie, sicuramente molto fantasiose e spesso surreali, utilizzò anche un linguaggio molto fiorito, con la presenza di numerosi modi di dire, luoghi comuni e termini aulici o desueti.

Motivi ricorrenti Modifica

Le storie di Rodolfo Cimino hanno spesso come protagonista Zio Paperone e raccontano di grandissime avventure in cui viene accompagnato da nipoti, Battista e Camillino su mezzi di trasporto fantasiosi.

Nelle storie di Rodolfo Cimino è facile riconoscere dei temi che compaiono frequentemente. Il più evidente è la caccia al tesoro. Un altro motivo, sempre collegato alla ricerca dell'oro, è l'uso di tecnologie strane, anche inquietanti, o l'incontro/scontro con forme di magie inusitate, anche nelle storie con Amelia. Nelle storie i Bassotti fanno ricorso a strane forme di tecnologia, più mentale che fisica (Zio Paperone e il pensiero rapinatore).

La caccia al tesoro, i veicoli speciali, gli autoctoni Modifica

Zio Paperone trova notizie di strani e misteriosi tesori e trascina il nipotame (cit.) all'avventura, nei luoghi più assurdi, che siano essi in isole lontane dalla civilizzazione (Zio Paperone e il tesoro commestibile) o addirittura su pianeti lontani (Zio Paperone e il medioevo siderale, Zio Paperone e il segreto dei dinosauri) . Il viaggio si svolge sempre a bordo di un immancabile veicolo speciale, un marchingegno meccanico spesso dotato di foggia zoomorfa (la rana meccanica di Zio Paperone e il piffero variabile, il razzo-dinosauro di Zio Paperone e il segreto dei dinosauri, la canoa dotata di gambe in Zio Paperone e le montagne trasparenti, il sottomarino di Zio Paperone e il segreto degli Amurei), oppure dalla meccanica insolita (di nuovo, automobile con le gambe), o più tradizionali (come il razzo in Zio Paperone e l'asteroide giallo).

Nei posti esotici, zio Paperone e parenti incontrano sempre popolazioni locali dai costumi più o meno insoliti, designate con il nome di autoctoni (ovvero, più semplicemente, indigeni, abitanti del luogo).

Personalità di Paperone Modifica

Paperone è il personaggio principale trattato da Cimino. La ricerca dell'avventura. La caccia all'oro. Tesori differenti (il piffero variabile, il tabù, la fiamma fredda), l'uso sfrenato della tecnologia alla caccia del profitto e nemesi conseguente.

La personalità di Paperone oscilla tra differenti sfumature: ora è ossessivamente dominato dalla ricerca di guadagno, a danno della concorrenza, della società, dell'ambiente, in altri casi è allegramente preso dalla caccia di tesori, non necessariamente di preziosi, e può essere eroicamente difensivo nel proteggere i nipotini (Zio Paperone e il sosia elettronico, Zio Paperone e la caverna del piccolo Gik).

Il logorio della vita moderna e il cibo all'antica Modifica

Storie come Paperino e la pentola genuina, Zio Paperone e i ristoranti solari, Zio Paperone e il rosolio della nonna, mostrano i protagonisti alle prese con uno degli aspetti di base dell'esistenza. Che il cibo venga industrializzato o ultra modernizzato, i personaggi alla fine, sentono preponderante il bisogno di cibi all'antica. In primis il più vecchio di tutti, zio Paperone, proprio lui che spesso spinge a livelli assurdi l'industria alimentare super ultra moderna, a fini di profitto, per poi soffrine le conseguenze, dato che il suo fisico e il suo stesso subconscio anelano a prodotti ben più genuini.

Non mancano nelle ultime storie semplici ricette di cucina, come la pagnotta del pastore o il panino del mendicante (con le cipolle rosse e l'olio d'oliva).

Paperino Modifica

Anche se Paperone appare il principale conduttore di molte storie, non mancano le storie dove il ruolo principale tocca a Paperino: un Paperino decisamente combattivo, in modo positivo e ben diverso dal pelandrone cronico e ostile descritto in tante storie di altri autori, uno fra tutti Guido Martina. Nella storia "Paperino e la cometa atomica" lo vediamo come agit-prop contro una coppia di tirannelli spaziali, e guidare con successo una ribellione; in "Paperino e l'acqua-cross di Paperopoli" scommette, contro lo zio Paperone, sulla propria vittoria in una gara paperopolese; a questo scopo trasforma la 313 in un veicolo polivalente, forse uno dei primi marchingegni ciminiani. Nella storia "Zio Paperone e il giardino del "piccolo Gik" si unisce a zio Paperone in una lotta violenta per liberare i nipotini. Vanno riportate anche le sopracitate storie Paperino e la pentola genuina, Zio Paperone e i ristoranti solari, dove si contrappone a uno zio plutocrate che ha monopolizzato l'alimentazione in modo industriale.

Non si possono non citare le storie del ciclo di Reginella, i cui personaggi principali sono l'eponima aliena e Paperino.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale