FANDOM



Paperino originale Questo è un articolo dal contenuto originale

Creato integralmente dalla comunità di PaperPedia.

Paperino e il vello d'oro
Paperinovellodoro

Copertina degli "Albi della rosa" dedicata alla storia

Informazioni generali
Nome originale:The Golden Fleecing
Codice Inducks:W US 12-02
Sceneggiatura:Carl Barks
Disegni:Carl Barks
Prima uscita:Dicembre 1955 (USA)
Prima uscita italiana:10 Aprile 1956 Topolino 136
La storia
Personaggi principali:
Lingua originale:Inglese
Casa editrice:Dell Comics


"Certo, se avessi a disposizione una lana d'oro magica, come il vello d'oro della leggenda, potrei senza dubbio farvi un abito morbido come la lana!"
Il sarto a Paperone

Paperino e il vello d'oro (The Golden Fleecing) è una storia di Carl Barks, pubblicata per la prima volta negli Stati Uniti sulle strisce dei quotidiani e poi raccolta sulla testata Uncle $crooge 12. In Italia venne pubblicata un anno dopo su Topolino 136.

SinossiModifica

Zio Paperone decide di farsi creare un vestito d'oro, e per realizzarlo è costretto, sotto consiglio di un certo Aipra Ila, ad andare in cerca del leggendario vello d'oro in Colchide.

TramaModifica

Paperone, volendo avere un abito degno delle sue possibilità economiche, porta un lingotto ad un sarto, che gli dice che avrebbe potuto fargli un vestito con il lingotto, ma che non sarebbe stato possibile indossarlo perchè troppo rigido. Aggiunge anche che per fare un vestito del genere sarebbe servita la lana del vello d'oro della leggenda. Nell'uscire dal sarto Paperone scopre di essere seguito da uno straniero, e tenta di seminarlo pensando che voglia rubargli il lingotto. Il signore lo trovò, dicendogli che non voleva derubarlo, ma solo aiutarlo a raggiungere il vello d'oro.
Nel frattempo Paperino ha visto di nascosto la scena e decide di seguirlo, seguito da Qui Quo e Qua. Convinto da un campione del tessuto, Paperone viene accompagnato sulla nave "Argo", dove incontra "i fratelli" del signore straniero che lo mandano a prendere cinque lingotti d'oro come prezzo dei loro servigi. Insospettito Paperino insiste ad andare con suo zio in modo così deciso che i signori non poterono fare altro che prenderlo con loro. In verità quegli stranieri sono delle arpie che per camuffare i loro nomi li avevano invertiti (Arpia Ila -> Aipra Ali, fra le altre). Sollevarono la nave e la portano fino in Colchide, lasciando Zio Paperone e Paperino nel loro nido, con lo scopo di fargli assaggiare delle pietanze disgustose per capire quali fra loro fosse la migliore cuoca, in modo da proclamarla regina delle arpie.
I nipotini, che nel frattempo erano rimasti a Paperopoli, hanno visto le arpie andarsene con la nave e decidono di raggiungere i loro zii in colchide per aiutarli. Nel frattempo l'Arpia Agnese convince Paperone a dire che il suo piatto è il migliore in cambio della libertà e del vello d'oro. Dopo essere stata proclamata regina, Agnese ha dei sensi di colpa nei confronti delle sue sorelle, così decide di fare in modo che Paperone sveli la loro posizione, in modo da riuscire a raggiungerli e a catturarli. I nipotini entrano nel palazzo dove è contenuto il vello d'oro in aiuto dei loro zii, che nel frattempo erano stati attaccati dalle arpie. Dopo averle scacciate riescono a trovare il vello d'oro insieme ai nipotini, ma vengono bloccati nell'uscire dal drago insonne. Coprendo i suoi occhi con il vello, riescono finalmente a far addormentare il drago e a scappare. Una volta a Paperopoli, però, zio Paperone scopre che un vestito fatto d'oro è anche gelido, così rinuncia ad indossarlo.

RistampeModifica

Questa storia viene ristampata in:

  • Albi della rosa / Albi di Topolino 492 (1964)
  • Cartonatoni Disney 2A - Io, Paperino (1971)
  • Cartonatoni Disney 2B - Io, Paperino (1979)
  • Complete Carl Barks 16 (1980)
  • Club Giovani 12 - Io Paperino - Volume 2 (1984)
  • Paperino di Barks collezione # 16 (1986) col titolo di Zio Paperone e il vello d'oro
  • Zio Paperone 5 (1988) col titolo Zio Paperone in "Il vello d'oro"
  • Zio Paperone 78 (1996) (Zio Paperone e il vello d'oro)
  • Zio Paperone (ristampa) 5 (2001) (Zio Paperone in "Il vello d'oro")
  • Topolino Story 8 - 1956 (2005) (Paperino e il vello d'oro)
  • La grande dinastia dei paperi 10 - 1955 - Zio Paperone e la pietra filosofale (2008) *(Zio Paperone e il vello d'oro)
  • Raccolta Zio Paperone 2 (Zio Paperone in "Il vello d'oro")

CuriositàModifica

  • Le Arpie appaiono anche precedentemente nell'Inferno di Topolino, e più recentemente di questa storia nella storia Zio Paperone e la guardiana alata (1966) e in Paperino e i Mondiali di calcio (1974).
  • Secondo un'inserto del Topolino Story n° 8 (riguardante il 1956), nella versione originale il termine inglese per arpie ("harpies") viene censurato dai responsabili editoriali della Western Printing and Litographing Co. che ha pubblicato i libri della serie Uncle $crooge. Questo perchè quel termine in linguaggio confidenziale può fare riferimento ad una prostituta. Invece viene tradotto con "larkies", che significa "mattacchione".
  • Come dicevano Qui, Quo, Qua, la nave delle arpie, chiamata "Argo", ha lo stesso nome della nave che portò Giasone alla conquista del vello d'oro.

FontiModifica

  • Pagina della storia sul sito di inducks.org [1].