FANDOM



Moldrock
Moldrock
Informazioni generali
Codice Inducks:Moldrock
Albo di debutto:PKNE #3 Il Raggio Nero

(ottobre 2015)

Localizzazione:Universo pentadimensionale
Aspetto fisico
Aspetto :Rapace antropomorfo
Corporatura:Massiccia
Motivo mutazione:Capacità di controllare e dominare il Raggio Nero
Attività cerebrali
Carattere:Astuto, spietato, arrogante, paziente, sarcastico, temuto, crudele, infido, determinato, minaccioso, terribilmente vendicativo e assetato di potere
Emotività:Ha assorbito l'energia vitale dei suoi guerrieri, che possono diventare una presenza ossessiva nella sua mente rendendolo molto pericoloso[1]
Attività lavorative
Aspirazioni:Dominare e sottomettere il pianeta Corona


"E così tu saresti Pikappa! Abbiamo sentito parlare molto di te... ma ti immaginavamo diverso!"
Moldrock al primo incontro con Pikappa in PKNE #3
"Noi siamo Moldrock, noi siamo la guerra!"
Moldrock in PKNE #3
"Guardateci, terrestri! Alzate la testa per l'ultima volta e tremate di fronte al potere di Moldrock! Le nostre richieste pretendono delle risposte ed è qui che le attenderemo... e se non arriveranno presto, questa sarà la prima città a pagare il prezzo della nostra rabbia!"
Moldrock quando inizia ad attaccare Paperopoli, assieme ai suoi guerrieri in PKNE #5
"L'epoca del Raggio Nero!"
Moldrock in PKNE #6

Moldrock è un personaggio della Saga di Pikappa, uno dei principali antagonisti della quarta serie.

È un potente criminale coroniano, che ha tentato di conquistare con la forza il suo pianeta natale. Per i suoi crimini è stato rinchiuso nell'universo pentadimensionale costruito dal suo acerrimo nemico Everett Ducklair.
È in grado di dominare e controllare il potere del Raggio Nero, con cui riesce a plasmare a piacimento la materia e ad assorbirne l'energia.

Il personaggio, creato da Francesco Artibani e Lorenzo Pastrovicchio, appare per la prima volta nella storia Il Raggio Nero per poi ricomparire nella storia Il marchio di Moldrock. In questa seconda comparsa della storia lo spietato criminale deciderà di scatenare la sua ira su Paperopoli, dove porterà la sua guerra, assieme ai suoi potenti servitori: Egor, Goraz, Ragnar e Sharkan (qui alla loro prima apparizione). Nella terza e ultima comparsa ritorna nel suo pianeta natale per riconquistare una volta per tutte.

Aspetto e carattereModifica

Moldrock viene raffigurato come un rapace antropomorfo dall'aspetto imponente con addosso una grossa armatura di color verde con sfumature di rosso. Indossa anche dei parastinchi, delle spalline e dei copri pettorali oltre che un elmetto protettivo. Le sue braccia, muscolosissime, sono fatte di magma incandescente.

Un personaggio astuto, spietato, arrogante, paziente, sarcastico, temuto, crudele, infido, determinato, minaccioso, terribilmente vendicativo e assetato di potere, Moldrock si serve dei suoi potenti servitori per scatenare la sua furia distruttiva.

StoriaModifica

PassatoModifica

Quando il pianeta Corona aveva ancora solo cinque lune e Moldrock era giovane, fu considerato troppo debole e gracile per il lavoro e abbandonato nel deserto : la sua unica speranza era sopravvivere a una camminata di sette giorni per raggiungere un villaggio fondato da simili reietti. Nel pieno della traversata entrò in contatto con il misterioso marchio del Raggio Nero e acquisì grandi poteri. Diventato grande formò l'Orda, un esercito di sette guerrieri con cui riuscì a sottomettere il pianeta e diventarne il tiranno malvagio e potentissimo. Da lì iniziò una conquista interplanetaria.

A loro insaputa, una squadra di scienziati guidata da Everett Ducklair, stava cospirando per esiliare tutta l'Orda: Everett ibernò il tiranno e i soldati per qualche tempo perché potesse creare l'Universo Pentadimensionale. Quando l'Orda vi entrò Moldrock assorbì i suoi guerrieri nel tentativo aprire un portale per tornare su Corona, ma il Negatachione (il seme dell'antitempo, una particella che fa passare il tempo irregolarmente) aveva ristretto il potere del Raggio Nero. Per loro non c'era scampo, così si rifugiarono in una fortezza.

Lo scontro con PikappaModifica

Quando la Ducklair Tower è stata teletrasportata nell'Universo Pentadimensione, Moldrock ha visto una possibilità di fuga servendosi dei suoi Super Evroniani. Questi decide di raccontare il suo passato a Pikappa sperando di trattenerlo, ma lui e il Custode della Camera Omega sono riusciti a tornare a Paperopoli con la torre senza sapere che Moldrock aveva assunto le sembianze di Raksaka per uscire dalla sua prigione e cercare Everett per sbarazzarsene.

Tempo dopo Pikappa e i Monaci hanno scoperto che Moldrock e i suoi guerrieri erano a piede libero. Bisognava fare qualcosa per fermarli, così l'eroe si reca al Pozzo per liberare il generale Trauma, ma invano. A liberarlo sono Uno e Everett, partiti per la Terra appena il messaggio lanciato dal Protocollo Omega ha raggiunto Corona. Dopo l'ultimo scontro Moldrock scopre la verità e si pente dalle sue malefatte, chiedendo a Everett di riportarlo nell'Universo Pentadimensione con i suoi guerrieri.

NoteModifica

  1. [1] Topolino 3129 pagg 56-60