FANDOM



Paperino originale.png Questo è un articolo dal contenuto originale

Creato integralmente dalla comunità di PaperPedia.

Fantomius
Paperinik alla Riscossa.png
Informazioni generali
Codice Inducks:Fantomius
Data di nascita:1885[1] (Londra)
Specie:Papero antropomorfo
Genere:Maschio
Residenza:Villa Rosa, (Paperopoli)
Creato da:


Fumetti
Debutto in:
Alter ego:Lord John Lamont Quackett
Parenti più stretti:


"Perché Fantomius è sì un ladro, ma gentiluomo!"
Fantomius

Fantomius è un ladro mascherato ideato da Guido Martina e disegnato per la prima volta da Romano Scarpa nel 1970[2], che, con le sue gesta e i suoi diari, ha ispirato Paperino a creare il suo alterego Paperinik[3].

Fantomius è il protagonista della serie Le Strabilianti Imprese di Fantomius ladro gentiluomo, scritta e disegnata da Marco Gervasio e attualmente in pubblicazione su Topolino. Tale saga ha avuto il merito di aver approfondito enormemente il passato di questo personaggio.


Origini fumettistiche del personaggio Modifica

Nella prima storia di Paperinik intitolata Paperinik il Diabolico Vendicatore viene spiegato che Fantomius era un ladro gentiluomo, che rubava ai ricchi paperopolesi e morto cent'anni prima degli eventi narrati; tuttavia Martina (il suo ideatore) non approfondisce ulteriormente il suo personaggio.
Fantomius viene solo citato in numerose altre storie e alcune volte viene anche impersonato da altri personaggi disneyani, soprattutto Paperinik, che si servono della sua leggenda per ottenere diversi scopi. Egli compare in quanto tale solo nella recente saga di Marco Gervasio.

Ispiratori Modifica

Fantomius3.jpg

Fantomius alla sua prima comparsa nella storia Paperinik alla riscossa.

Il personaggio di Fantomius prende spunto da due icone criminali della letteratura francese che la televisione aveva portato al successo proprio negli anni '70.
Sia per il nome che per la sinistra maschera blu che ne cela la vera identità, Martina si rifece all'ingegnoso criminale Fantomas[4], creato nel 1911 dagli scrittori parigini Pierre Souvestre e Marcel Allain. Dopo una lunga serie di romanzi e film muti, realizzati dal 1911 al 1930, Fantomas viene riscoperto dal grande pubblico verso la metà degli anni '60, grazie ad una simpatica trilogia di film, magistralmente interpretati da Louis De Funès nei panni del poliziotto Juvè instancabile nemico di Fantomas.

Il lato più nobile della personalità del misterioso padrone di Villa Rosa, viene preso in prestito dal ladro gentiluomo per antonomasia Arsenio Lupin[5], creato dallo scrittore francese Maurice Leblanc nel 1905 e portato alla ribalta televisiva, durante gli anni '70, da una fortunata serie di telefilm elegantemente interpretati dall'attore francese Georges Descrières.

Identità Modifica

Lente.png Per approfondire, vedi la voce Lord Lamont John Quackett.
Fantomius76.jpg

Lord Lamont John Quackett

La vera identità e il vero nome di Fantomius, sono rimasti sconosciuti per molto tempo finché Marco Gervasio non ha deciso di approfondire questo personaggio. Un primo indizio viene fornito dalla storia Paperinik e l'ombra di Fantomius pubblicata nel 2002, in cui si apprende il cognome del ladro: Lord Quackett. Il nome di battesimo di Lord Quackett, John, viene invece ufficializzato nella storia Paperinik e il segreto di Fantomius, sempre realizzata da Gervasio.

Il vero aspetto di Fantomius è stato celato per molto tempo dietro la maschera integrale di colore blu. Alcune supposizioni si potevano fare basandosi sui ritratti che in alcune storie comparivano a Villa Rosa, ma non era mai possibile stabilire con precisione la sua fisionomia poiché non sono mai stati disegnati dei primi piani. È stato sempre Marco Gervasio a tratteggiare il volto di questo papero nell'importantissima storia Paperinik e il passato senza futuro. Il giovane Lord è un ricco ereditiero, vestito in maniera elegante, con bastone e cappello da passeggio, indossa anche un parrucchino nero impomatato secondo il gusto dell'epoca.

BiografiaModifica

Fantomius69.jpg

Lord Quackett con Copernico Pitagorico

La biografia di Lord Quackett è stata ufficializzata da Marco Gervasio nell'editoriale introduttivo all'albo Definitive Collection #1, che raccoglie le prime quattro avventure della Saga di Fantomius[1].

  • 1579 insieme alla ciurma del corsaro britannico Francis Drake giunge a Nuova Albion (l'odierna Paperopoli) il Duca Richard Quackett, che compra varie terre nella zona e si fa costruire un castello medioevale. Il Duca passerà alla storia col soprannome Duca Pazzo di Paperopoli.
  • 1885 dal Duca Andrew Quackett, discendente del Duca Pazzo, e Marie Lamont nasce a Londra John Quackett, il secondogenito della famiglia. Egli eredita dal padre il titolo nobiliare di Lord e dalla madre il cognome francese Lamont.
  • 1908 all'età di ventritré anni John si trasferisce a Paperopoli nelle terre di famiglia e, grazie all'aiuto del fratello architetto Henry Quackett[6], costruisce Villa Rosa, dove si trasferisce. Il fratello invece ritorna a Londra.
  • 1910 John conosce ad una festa Copernico Pitagorico e per aiutare lo scienziato dà inizio alla sua attività di ladro gentiluomo col nome di Fantomius. Tra i due si crea una forte amicizia e l'inventore si trasferisce a Villa Rosa[7].
  • 1912 Fantomius incontra l'affascinante ladra cinese Jen Yu, in arte Lady Senape e i due intraprendono una relazione amorosa e lavorativa che dura un paio d'anni.
  • 1916 Henry Quackett, il fratello maggiore di John ritorna a Paperopoli per iniziare la costruzione della famosa Cattedrale di Notre Duck, ma alla fine dei lavori sparisce senza lasciare tracce.
  • Tra il 1917-1918 Lord Quackett partecipa in Europa alla prima guerra mondiale come pilota da caccia delle potenze alleate[6].
  • 1920 durante un furto in una villa di Paperopoli, Lord Quackett incontra Dolly Duck di cui si innamora immediatamente. La papera decide di seguirlo e affiancarlo nelle sue imprese sotto la maschera di Dolly Paprika.[8]

La compagna Modifica

Lente.png Per approfondire, vedi le voci Dolly Paprika e Dolly Papera.
Dolly Paprika3.jpg

Dolly Paprika.

Già dalla storia Paperinik alla riscossa Martina affianca a tale personaggio una sua controparte femminile: Dolly Paprika, che con lui condivide le più spericolate imprese. Gervasio narra nella storia Paperinik e il passato senza futuro il celebre incontro tra Fantomius e Dolly Papera e di come lei abbia scelto di seguirlo nelle sue avventure per sfuggire la noiosa vita mondana che il suo ceto le imponeva. Dolly, abbandona la sua abitazione nel centro di Paperopoli per andare a vivere a Villa Rosa assieme al suo fidanzato, qua assume ella stessa un'identità segreta: Dolly Paprika.
Dolly è colei che ha avuto il merito di suggerire a Fantomius di tenere un diario segreto a beneficio dei posteri cui confidare ogni loro impresa.
Il prezioso ciondolo di Dolly Paprika funge da chiave segreta per aprire il Caveau situato nei sotterranei di Villa Rosa, dove Fantomius tiene il corposo tesoro frutto delle varie scorribande. L'entrata di questo deposito è celata da un grande ritratto di Dolly Paprika dipinto dallo stesso Fantomius[9].

Nella storia La maschera di Fu Man Etchù si scopre che John Quackett prima di conoscere Dolly aveva avuto un'altra relazione sentimentale con una papera alta e avvenente che lo aveva aiutato nelle sue avventure criminali nei panni di Lady Senape. Dopo la rottura del fidanzamento la papera è diventata una ladra prezzolata che vende i suoi servigi al miglior offerente[10].

Il periodo storico Modifica

Dolly Paprika4.jpg

Dolly Papera, il vero nome e il vero aspetto della compagna di Fantomius

Circa il periodo storico in cui operava Fantomius, nella prima avventura di Paperinik c'è un non senso temporale. Si legge infatti, nella lettera di notifica della vincita di Villa Rosa, che passati cento anni dalla morte di Fantomius, la villa è stata incamerata dal demanio che ne ha fatto dono al municipio.
Ipotizzando che la storia si svolga nell'anno della sua pubblicazione, ovvero il 1969, la seconda metà del 1800 è un periodo da pieno Far West per una località della costa californiana, un'ambientazione decisamente poco credibile per un personaggio con lo stile ed i marchingegni di Fantomius.[11]
Fantomius è il tipico ladro gentiluomo vissuto nei primi decenni del ventesimo secolo, grossomodo periodo belle époque/proibizionismo, sicuramente anni che ben si adattano alla figura tenebrosa e fantomatica di un misterioso "fuorilegge". Gervasio nella sua recente saga adotta questa seconda ipotesi facendo muovere il personaggio nei folli anni venti, scostandosi quindi dall'indicazione di Martina e assumendo i cento anni non come un reale intervallo temporale preciso quanto un'espressione figurata per indicare un periodo molto lungo.

Le memorieModifica

Fantomius, come viene narrato nella storia Paperinik e il passato senza futuro, viene esortato dalla sua fidanzata Dolly Papera a scrivere le sue gesta di modo che rimanga testimonianza delle sue imprese. Sino ad oggi sono stati ritrovati tre diari da Paperinik.

Il primo diario Modifica

Nel suo diario, casualmente ritrovato da Paperino sotto una poltrona di Villa Rosa[3], Fantomius descrive così sua doppia identità: "Riuscii sempre a eludere la polizia, grazie ai segreti di Villa Rosa, che mi consentivano di condurre una doppia vita...", "...di giorno dormivo e di notte rubavo, in questo modo mi vendicavo dei ricchi che mi disprezzavano giudicandomi un fannullone." Nel diario oltre ai segreti di Villa Rosa, Fantomius descrive anche la sua auto, il Carro mobile munito di congegni speciali.

Martina riporta anche l'introduzione all'autobiografia: "Io Fantomius, detto l'inafferrabile, scrivo queste righe affinché i posteri conoscano la verità sul mio conto. Tanto meglio poi se qualcuno di essi, trovandosi nelle mie condizioni, saprà imitare le mie gesta!
A questo lontano e sconosciuto erede dedico il mio diario con l'augurio di buona fortuna!"[6].

Nell'ultima pagina del diario John Quackett "Ringrazio il mio carissimo amico Copernico, senza di lui tutto quello raccontato in questo diario non sarebbe stato possibile!", si tratta di una dedica al suo amico inventore Copernico Pitagorico[6].

Il secondo diario Modifica

In un secondo diario venuto alla luce nella storia Paperinik e il ritorno a Villa Rosa, scritta da Fabio Michelini e disegnata da Giovan Battista Carpi, vengono descritti in maniera più dettagliata i vari marchingegni e trabocchetti presenti nei sotterranei della villa.

Il terzo diario Modifica

Fantomius6.jpg

Paperino ritrova il terzo diario di Fantomius.

In un terzo diario, sempre trovato a Villa Rosa nella storia Paperinik e l'estate a Villa Lalla, Paperino scopre l'esistenza di un terzo rifugio di Fantomius quello estivo di Villa Lalla, situato nella Baia delle Dune in località Boscofitto, localizzabile sulla parte nord della Baia di Paperopoli.

Il quarto diario Modifica

Nella storia Paperinik e l'ombra di Fantomius, di Marco Gervasio, un altro non meglio identificato diario (molto probabilmente si tratta di una copia del secondo) viene trovato dal ladruncolo Bob Paperhide, che se ne serve per imparare i vari segreti di Fantomius e di Villa Rosa e compiere audaci furti ai danni di famosi miliardari paperopolesi.
Probabilmente lo stesso diario viene utilizzato da Paperino nella storia Paperinik colpisce ancora per esplorare un altro dei rifugi segreti di Fantomius il Maniero di Valle Tetra, un sinistro castello finto-medievale situato fuori Paperopoli[6]

Libro della biblioteca Modifica

In un vecchio libro dedicato alle gesta di Fantomius, che Paperino nella storia Paperinik contro le Giovani Marmotte trova nella biblioteca comunale, vengono descritti alcune delle imprese del ladro mascherato e un altro rifugio segreto: la Casa dell'Ermellino situata nella zona delle Montagne Ombrose a varie miglia da Paperopoli.
Nella storia "Paperinik e il segreto di Fantomius" (Topolino 2902) l'autore Stephen Quack (parodia di Stephen King) pubblica un libro intitolato "Le strabilianti imprese di Fantomius ladro gentiluomo" che racconta le svariate imprese del ladro gentiluomo.

RifugiModifica

Lente.png Per approfondire, vedi le voci Villa Rosa, Villa Lalla, Casa dell'Ermellino e Maniero di Valle Tetra.

Fantomius, Dolly Paprika e il loro amico inventore avevano diversi rifugi nelle vicinanze di Paperopoli, ove conducevano la loro vita normale e custodivano le loro identità segrete e il bottino delle loro avventure.

  • Villa Rosa è la residenza dei tre personaggi. Localizzata nelle campagne pre-collinari fuori Paperopoli e più precisamente nel Poggio delle rose in Località Roseto.
  • Villa Lalla è una residenza poco fuori Paperopoli, che si affaccia sull'Oceano Pacifico, situata nella Baia delle Dune in località Boscofitto e utilizzata da Fantomius e Dolly Paprika come residenza estiva.
  • La Casa dell'Ermellino è un rifugio, che il duo criminale utilizzava in alternativa al loro covo principale di Villa Rosa è molto più piccolo di quest'ultima e meno accessoriato, ma egualmente funzionale. È situata su Picco Cupo nelle Montagne Ombrose, situate nell'entroterra a est di Paperopoli
  • Maniero di Valle Tetra è il quarto rifugio segreto utilizzato da Fantomius scoperto da Paperinik. Si tratta di un castello in stile medioevale probabilmente di proprietà di Richard Quackett, il Duca Pazzo di Paperopoli[12].

Gadget Modifica

Per quanto riguarda invece i marchingegni personali, nella prima e nella seconda storia di Paperinik, vengono mostrati alcuni dei trucchi trovati da Paperino nella villa, che lui riutilizza nelle vesti di Paperinik. Altri marchingegni utilizzati da Fantomius sono stati introdotti nelle storie di Gervasio. Tutti i gadget utilizzati da Fantomius e da Dolly Paprika, sono inventati e costruiti da Copernico Pitagorico, il bisnonno di Archimede.

Gadget del costumeModifica

Fantomius5.jpg

Fantomius con il girotore e il ricevitore.

  • Tascabil-paracadute ad apertura progressiva incorporato nel costume
  • Stivaletti a molla permettono di fare balzi di oltre dieci metri di lunghezza, che vengono utilizzati anche da Paperinik;
  • Stivaletti ad aria compressa
  • Zaino con il girorotore pieghevole, è uno zaino dotato di una sorta di elica e permette al ladro di sfuggire anche da altezze elevate; viene frequentemente usato. In alternativa il girotore può essere installato direttamente alle spalline del costume[13].

Gadget utilizzabili a manoModifica

  • Binocolo a visione notturna
  • Candela doppio effetto è una candela con sopra uno strato di cera e sotto una dinamite molto potente;
  • Elevatore è un meccanismo di risalita manuale e tascabile;
  • Fibbia-cintura taglia metallo, congegno molto sofisticato che permette di tagliare facilmente ogni metallo;
  • Fungo friggitore, un apparecchio a forma di imbuto che serve a scogliere le serrature;
  • Lucerna ipnotica, una vecchia lampada a petrolio che emana un vapore soporifero tanto da far cadere in un sonno molto profondo la persona;
  • Maschere in gomma per impersonificare altri personaggi;
  • Penna con punta al diamante utilizzata per tagliare il vetro;
  • Penna sciogli-serratura, consente di fondere qualsiasi serratura;
  • Polvere del dormi sodo, sprigiona un potente gas soporifero;
  • Ricetrasmittente, è un comunicatore "portatile" vecchio stile, che sebbene abbia una portata limitata permette di parlare con un'altra persona dotata di un uguale apparecchio;
  • Sci d'acqua, sono congegni ad auto-propulsione che si istallano negli stivaletti;
  • Spray corrosivo, corrode numerose sostanze;
  • Tappi auricolari ricetrasmittenti
  • Ventose

Il Carro Mobile Modifica

Lente.png Per approfondire, vedi la voce Carro mobile.
Fantomius4.jpg

Dolly Paprika alla guida del Pallone aereostatico

Il carro mobile è la vettura prediletta da Fantomius per compiere i suoi furti a scapito dei ricchi nobili di Paperopoli. È una vettura sportiva dei primi decenni del ventesimo secolo, opportunamente truccata e modificata, che possiede numerosi accessori che successivamente Archimede ha istallato anche sulla 313 di Paperino.

Altri mezzi di locomozioneModifica

  • Aerociclo è un particolare tandem volante dotato di ali battenti laterali formate da una lega metallica ultraleggera[14];
  • Aliante tascabile
  • Fantomarino è un sommergibile adatto a tutti i tipi di navigazione ispirato al Nautilus del Capitano Nemo di Jules Verne. È nascosto nella baia di Paperopoli ed è raggiungibile da Villa Rosa tramite un passaggio segreto sotterraneo[15];
  • Gondola motorizzata utilizzata da Fantomius e dalla sua compagna durante un'avventura a Venezia[16]
  • Pallone aerostatico marchingegno molto complesso ispirato al pallone aerostatico ideato dai fratelli Montgolfier nel 1783. Si muove tramite dei meccanismi di velature propulsive e dalla combustione di una miscela segreta di vari gas ideata da Copernico.[17];
  • Sidecar motocarrozzetta a tre ruote dotata di numerosi marchingegni[18].

Universo Danese Modifica

Fantomius7.jpg

La versione danese di Fantomius

Una versione moderna (stile Pikappa) di Fantomius viene mostrata nella storia di produzione danese The Legacy (Il mito) del 2005, dove il ladro gentiluomo dopo molti anni di eremitaggio ed addestramento alle arti orientali, oramai attempato maestro, ritorna a Paperopoli per conoscere ed addestrare il misterioso papero mascherato (tutti gli indizi fanno pensare sia Gastone) che ha ereditato la villa ed i suoi marchingegni dando seguito alle sue gesta.

È interessante notare come nella versione italiana di tale storia pubblicata su Paperinik Cult n° 62 con il titolo Paperinik e l'eredità siano stati stravolti i dialoghi originali e l'attempato maestro non venga presentato come Fantomius ma semplicemente come un membro della congrega a cui Fantomius affidò il compito di vigilare che la sua eredità non venisse sprecata. Tale scelta editoriale si può forse spiegare con il fatto che in queste avventure danesi il personaggio viene rappresentato in maniera non coerente con le versioni italiane (nella storia d'esordio di Paperinik viene inoltre detto che il padrone originario di Villa Rosa, alias Fantomius, è morto), inoltre anche il suo aspetto macrocefalico si discosta nettamente con quello disegnato da Scarpa nel 1970. Questa versione di Fantomius viene proseguita dagli autori danesi in altre quattro storie.[19]

In una di queste avventure viene introdotto il misterioso personaggio femminile di Ireyon, una variante alternativa di Dolly Paprika di invenzione danese, che nonostante il suo aspetto giovanile sembra essere stata una complice di Fantomius durante il periodo della sua attività. Ireyon, infatti è nata addirittura 5000 anni fa durante il periodo d'oro della civiltà Assiro-Babilonese. La sua immortalità si deve al potere magico di un lupetto di giada che Ireyon rubò ad un potente re stregone della sua antica città natale chiamata Urgh.

NoteModifica

  1. 1,0 1,1 [1] Definitive Collection #1 pag 9
  2. [2] Vedi Paperinik alla Riscossa 1970 - INDUCK.org
  3. 3,0 3,1 [3] Vedi Paperinik il Diabolico Vendicatore - 1969 - INDUCKS.org
  4. [4] Fantomas
  5. [5] Arsenio Lupin
  6. 6,0 6,1 6,2 6,3 6,4 [6] Scheda di Fantomius - Salimbeti.com
  7. Vedi Il nobile dietro la maschera, (2015)
  8. Vedi Paperinik e il passato senza futuro (2012) - Marco Gervasio
  9. Vedi Paperinik e il tesoro di Dolly Paprika (2007)
  10. Vedi La maschera di Fu Man Etchù (2014)
  11. [7] Fantomus - Salimbeti.com
  12. [8] Maniero di Valle Tetra - Salimbeti.com
  13. [9] Topolino 3037 pag 39, Approfondimento sui gadget di Fantomius
  14. [10] Topolino 3037 pag 36, Approfondimento sui gadget di Fantomius
  15. [11] Topolino 3037 pag 38, Approfondimento sui gadget di Fantomius
  16. [12] Il tesoro del Doge - INDUCKS.org
  17. [13] Topolino 3037 pag 35, Approfondimento sui gadget di Fantomius
  18. [14] La maledizione del faraone - INDUCKS.org
  19. [15] Storie danesi di Fantomius


Bacheca
Questa è una voce in Bacheca, una delle migliori voci prodotte dalla comunità.
È stata riconosciuta come tale il giorno 20 novembre 2014. Naturalmente sono ben accetti suggerimenti e modifiche che migliorino ulteriormente il lavoro svolto.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale