FANDOM



Paperino originale Questo è un articolo dal contenuto originale

Creato integralmente dalla comunità di PaperPedia.

Darkenblot 3 - Nemesis
Topo3199
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 3199-1P
Sceneggiatura:Casty
Disegni:Lorenzo Pastrovicchio
Colori:Irene Fornari, Andrea Stracchi
Prima uscita:15 marzo - 5 aprile 2017

Topolino 3199-3202

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:152
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Panini Comics


"Nemesis non esiste più! Avrebbe potuto salvarsi solo facendo una coppia di se stesso e scaricandola su un server! Ma si trattava di una mole di dati enorme! Non avrebbe avuto il tempo... né esiste un computer così capiente da contenerli! Sì, ribadisco! Per fortuna del mondo, Nemesis non esiste più!"
Professor Nobuo al sindaco Kuku

Darkenblot 3 - Nemesis è una storia scritta da Casty, disegnata da Lorenzo Pastrovicchio e colorata dalla coppia Irene Fornari, Andrea Stracchi . Si tratta del terzo episodio della saga, seguito diretto dell'avventura Darkenblot 2.1 - Nuovi poteri e della storia Darkenblot 2: Il ritorno - Conflitto smodato, realizzata nel 2017 dalla stessa coppia di autori.

La storia, divisa in quattro episodi, è stata pubblicata per la prima volta sui numeri di Topolino 3199-3202.

TramaModifica

Macchia Nera incombeModifica

La storia inizia che nel 1986 il professor Nobuo e il professor Kuku fondano la prima città super tecnologica chiamata Robotorama ma a causa di un'eruzione vulcanica sono costretti ad abbandonare la città e l'isola. Ai giorni nostri, l'anziano professor Nobuo mentre ritorna a casa scopre che ad attenderlo c'è una sua vecchia conoscenza. Nel frattempo, Topolino viene invitato alla fiera tecnologica di Miratoishi dal sindaco della città, ovvero, Kuku, per ammirare i prototipi di nuove tecnologie. Qui fa la conoscenza della One Team, il nuovo team di guardie di Robopolis: Din Dynamo, Skylar Vega, Lady Berenice Grandkitten, detto Nice e Orion Fusillis.

Tutti indossano delle armature robotiche che donano loro poteri. La fiera viene interrotta con l'attacco di Macchia Nera e del suo nuovo, terzo Darkenblot. Macchia affronta il team di Robopolis ma per una ragione sconosciuta lascia poi la fiera. Topolino nel frattempo viene chiamato ad aiutare a spegnere un incendio. Dalle fiamme salva un robot simpatico e svitato di nome Zippo rivelando che si tratta di un Neurorobot, ovvero, un robot che apprende guardando. Topolino scopre che con l'incendio hanno rubato una cassa di proprietà del professor Nobuo. Topolino, Nice, Orion e Zippo si recano a casa del professore per avere informazione ma non trovano nessuno, tuttavia trovano una penna telematica con cui cominciano a comunicare con una persona ma nel frattempo qualcuno si sta dirigendo verso la casa.

Chi aspetta nell'oceanoModifica

Orion rivela che la penna che hanno trovato è una telepenna giroscopica, ovvero che se uno scrive qualcosa dall'altra parte del mondo colui che possiede una penna uguale vede la propria penna ricevere e trascrivere ciò che uno scrive e viceversa. Topolino, Nice e Orion non fanno in tempo a scoprire con chi stanno parlando perché vengono attaccati da Makandra con la sua nuova armatura robotica. Topolino, Nice e Orion fuggono con Zippo da Makandra e dai robot antifurto della villa ma vengono inseguiti da essi. Alla fine Makandra riesce a prenderli ma viene intercettata da Din e Skylar che cominciano a combattere contro di lei ma appena giunge l'ammiraglio Kriegstreiber con il suo esercito, Makandra fugge.

Il cinico ammiraglio Kriegstreiber arresta Topolino, Din, Skylar, Nice, Orion e Zippo per violazione di domicilio e per tutto il danno che hanno causato a Miratoishi. Nel frattempo Macchia Nera si prepara all'attuazione del suo piano insieme al suo nuovo socio, ovvero, il professor Nobuo. Topolino, Din, Skylar, Nice, Orion e Zippo vengono liberati dall'ambiguo Capitan Bricco e questi dopo avergli ridato le loro armature robotiche fa esplodere la prigione facendo credere che si tratta di un'evasione da parte di Topolino e dei suoi nuovi amici. Questi vengono trovati e salvati da Bernard e gli altri. Topolino e gli altri avendo un momento di tranquillità continuano la loro conversazione con il misterioso individuo che possiede un'altra telepenna. Questi rivela che sta scrivendo da Robotorama. Prima che dicesse chi fosse viene intercettato da Macchia Nera che invia un messaggio a Topolino e i suoi nuovi amici. Topolino, la One Team e Zippo decidono di recarsi sull'isola in cui c'era Robotorama.

Gli eredi di RobotoramaModifica

Topolino, Din, Skylar, Nice, Orion e Zippo arrivano a Robotorama e scoprono che l'isola non è completamente sommersa e che è ricoperta da una folta nebbia. Il gruppo degli eroi viene ancora attaccato dal malvagio Macchia Nera con il suo Darkenblot con quattro braccia. Macchia Nera riesce a sconfiggere la One Team e a distruggere le loro armature robotiche. Dopo averli sconfitti Macchia Nera li cattura con i suoi robot palombari e li porta all'interno della sua base. Macchia mostra loro che i robot palombari stanno ricostruendo Robotorama sott'acqua, inoltre fa fare a loro la conoscenza del suo nuovo socio, ovvero, Nobuo. Questi rivela che è rimasto affascinato dalla grande mente di Macchia Nera decidendosi di alleandosi. Nobuo donò a Macchia un nuovo Darkenblot e con il suo aiuto hanno rapinato ogni banca di Robopolis per finanziare la loro impresa. Macchia mostra loro la sua nuova arma, ovvero, la multicapacità: un connettore cerebrale in grado di collegare l'intera rete informatica mondiale alla mente umana. Macchia possiede tale dispositivo sulla sua tuta e può penetrare e manipolare qualsiasi apparecchio elettronico, come ha dimostrato a Robopolis.

Tutti i robot palombari che si trovano a Robotorama li controlla Macchia Nera. Dopo aver rivelato le abilità del nuovo apparecchio, Nobuo rivela che a Miratoishi hanno rubato una cassa con dentro il generatore x trone 86 che l'avrebbero collegato alla loro arma finale: l'Umibozu. Dopo averlo inserito nell'arma avrebbero attaccato Miratoishi per cominciare a conquistare il mondo. Macchia fa rinchiudere tutti tranne Din. Macchia tenta di farlo passare dalla loro parte e questi apparentemente accetta ma solamente per contattare Kriegstreiber che questi dopo aver scoperto la verità si reca con il suo esercito a Robotorama. Subito dopo Din viene imprigionato insieme agli altri e Macchia Nera rivela che ha fatto tutto parte del suo astuto piano, ovvero, attirare Kriegstreiber e il suo esercito.

Dopo che questi giunge sull'isola Macchia Nera rende l'acqua satura facendo sprofondare le navi e bloccando Kriegstreiber e il suo esercito sull'isola mentre Macchia Nera a bordo del Darkenblot si dirige verso Miratoishi con i robot palombari e l'Umibozu. Nobuo vedendo la totale indifferenza di Macchia Nera nei confronti di Topolino e dei suoi nuovi amici apre per motivi sconosciuti la loro cella. Zippo non potendo trasportare tutti scorta solamente Topolino a Miratoishi per avvertire tutti dell'imminente attacco, nel frattempo Din, Skylar, Nice e Orion tentano di costruire delle nuove armature robotiche con i resti delle loro armature distrutte da Macchia Nera. Il gruppo scopre una cella dove all'interno si trova Nobuo che questi rivela di essere il vero professor Nobuo. Nel frattempo Macchia Nera e il presunto professor Nobuo sono giunti alle coste di Miratoishi in procinto di attaccare.

L'Umibozu ascendeModifica

Macchia Nera giunge alle porte di Miratoishi e con l'aiuto di Capitan Bricco riescono ad entrare in città attraverso un tunnel sotterraneo per evitare la barriera protettiva. Così facendo distruggono completamente la barriera e il presunto professor Nobuo entra in città a bordo dell'Umibozu, un enorme robot con le sembianze di un mostro marino della mitologia giapponese. L'esercito di robot e l'Umibozu cominciano a devastare la città e nel frattempo le guardie scoprono che Capitan Bricco in realtà è un robot con le sembianze del vero pirata.

Topolino con l'aiuto di Zippo giunge in città e intende affrontare Macchia Nera e il suo Darkenblot. Topolino si arma delle tecnologie della fiere tecnologica e comincia ad affrontare Macchia Nera. Questi con il suo Darkenblot è in vantaggio e riesce a sconfiggere Topolino presumendo di averlo ucciso. Nel frattempo, il presunto professor Nobuo rende i robot palombari ancora più minacciosi. Din e il suo team giungono a Miratoishi con il vero professor Nobuo. Il gruppo scopre che Topolino si è salvato con l'aiuto di Zippo e lo liberano dalle macerie. Una volta libero, Nobuo spiega a Topolino l'intera faccenda.

Nel 1986, quando si trovava a Robotorama, Nobuo stava lavorando a un prototipo di un nuovo tipo di robot, ovvero, i Neurorobot come Zippo. Nobuo rivela di essere riuscito a costruire il primo prototipo di Neurorobot e lo ha battezzato Nemo. Come un bambino, il professore ogni giorno gli insegnava cose nuove e Nemo imparava i comportamenti, i sentimenti e i valori della vita. Tuttavia quando Robotorama sprofondò nell'oceano Nobuo dovette abbondare il progetto e Nemo rimase a Robotorama. Si collegò ai sistemi dei robot palombari e cominciò a sistemare la città e a completare l'Umibozu che in origine doveva essere un'arma difensiva di Robotorama. Il professore continua il suo racconto e rivela che un giorno a Robotorama giunse il vero Capitan Bricco con lo scopo di rubare e questi incontrò Nemo. Il pirata cominciò ad insegnare a Nemo le azioni dei criminali. Nemo, aveva ormai imparato anche il comportamento dei criminali, cominciò a spiare il mondo e vide che i robot vengono utilizzati dagli esseri umani come strumenti e come schiavi. Nemo cominciò a provare odio nei confronti del genero umano e cominciò ad interessarsi al genio del male Macchia Nera. Col tempo il Neurobot cominciò a creare dei robot esattamente identici a professor Nobuo e a capitan Bricco e li chiamò Replika. Nemo da quel momento in poi utilizza il replika di Nobuo per spostarsi nel mondo.

Nel 2014 rapisce il vero professore e nel 2015 stringe un'alleanza con Macchia Nera donandogli un nuovo Darkenblot. Nello stesso momento regala a Macchia Nera il dispositivo che lui utilizza per controllare ogni cosa del mondo ma che in realtà lo utilizza Nemo. Una volta stretto l'alleanza con Macchia Nera, Nemo è diventato una pura malvagità e intende conquistare il mondo in nome dei robot. Una volta appresa tutta la storia, Topolino e Nobuo decidono di entrare all'interno dell'Umibozu per resettare completamente Nemo e farlo ritornare normale. Con l'aiuto di Zippo i due riescono ad entrare, nel frattempo, la One Team affrontano nuovamente Macchia Nera e il suo Darkenblot riuscendo a sconfiggerlo. Topolino e Nobuo trovano la sala principale dell'Umibozu. Qui Nemo ormai corrotto dall'oscurità intende sopprimere il genere umano e diventerà il padrone del mondo con il nome di "Nemesis". Nobuo cerca di resettarlo ma Nemo ormai ha bloccato ogni modo per farlo. Topolino comincia a parlare con Nemo facendogli capire che lui è la mente più intelligente del mondo e che non deve sprecare il suo dono per scopi malvagi ma per il bene dell'umanità. Nemo commosso dalle parole di Topolino si autoresetta e torna normale e tutti i robot, compreso l'umibozu si bloccano. Macchia Nera viene arrestato ma con l'aiuto di Makandra riesce a fuggire.

Topolino ritorna a casa in tempo per Minni. Nel frattempo, Nobuo decide di collaborare nuovamente con il professor Kuku e i due discutono sul fatto che giurano che non ripeteranno più l'errore del malvagio Nemesis, inoltre Nobuo rivela che Nemesis si sarebbe salvato creando una copia di se stesso su un nuovo computer ma il professore rivela che non esiste un computer con una tale memoria. I due si allontanano mentre vengono spiati da una telecamera.

RistampeModifica

Darkenblot 3 - Nemesis è stata ristampata per intero nella Definitive Collection 21 con l'aggiunta di alcuni storybord e il commento dei due autori.

Storia precedente Darkenblot 3 - Nemesis Storia successiva
Darkenblot 2: Il ritorno - Conflitto smodato

Conflitto smodato

15 marzo - 5 aprile 2017 La serie è in corso di pubblicazione


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.