FANDOM



Paperino originale Questo è un articolo dal contenuto originale

Creato integralmente dalla comunità di PaperPedia.

Darkenblot 2.0 - Regeneration
Topo3026
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 3024-1P
Sceneggiatura:Casty
Disegni:Lorenzo Pastrovicchio
Prima uscita:12 novembre - 3 dicembre 2013

Topolino 3024-3027

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:144
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Panini Comics



"Credo che la vicenda sia un'importante svolta!"
Macchia Nera

Darkenblot 2.0 - Regeneration è una storia scritta da Casty e disegnata da Lorenzo Pastrovicchio. Si tratta del secondo episodio della saga, seguito diretto dell'avventura Darkenblot - Il futuro è già qui, realizzata nel 2012 dalla stessa coppia di autori.

La storia, divisa in quattro episodi, è stata pubblicata per la prima volta sui numeri di Topolino 3024-3027.

TramaModifica

Ritorno a RobopolisModifica

Il sindaco di Robopolis ha fatto realizzare un film dedicato allo scontro tra Topolino e Macchia Nera (vedi episodio precedente), che ottiene uno strabiliante successo tra il pubblico (ovviamente il loro film è intitolato Darkenblot: Battaglia totale). Tuttavia le vicende vengono notevolmente romanzate e non ricevono l'approvazione di Minni (arrabbiata per la scena del bacio tra i personaggi di Topolino e Roxette) che insiste affinché Topolino contatti i produttori per modificare la pellicola.

Proprio in quel momento il detective viene contatto telefonicamente da un certo professor Pattilus che lo esorta a raggiungerlo immediatamente nella città dei robot perché una minaccia terribile sta per scatenarsi. Sempre pronto a lanciarsi nell'avventura, Topolino prende il primo aereo per Robolis, ma il professore non si presenta all'incontro. Al suo posto c'è la sua assistente Makandra, che a nome dello scienziato si scusa per averlo costretto a un viaggio inutile e gli spiega che non esiste alcuna minaccia. Poco convinto, Topolino finisce per accettare questa versione quando lo stesso professore gliela conferma telefonicamente.

Il detective decide di fermarsi lo stesso in città per far visita ad alcuni suoi vecchi amici. Per primo passa a salutare il sindaco Persis. A Robopolis è tempo di elezioni e il primo cittadino non è molto gradito all'opinione pubblica che lo accusa della grave crisi energetica che attanaglia la città e dell'evasione di Macchia Nera, il famigerato criminale è infatti tornato subito in azione attaccando gli stabilimenti energetici metropolitani.
Topolino decide di accompagnare il suo amico al dibattito in cui dovrà affrontare il suo diretto sfidante Mister Me, un ricco industriale che assicura di poter risolvere il deficit di energia sfruttando il potenziale illimitato dell'energia cosmica.

Durante il comizio Topolino conosce il Tenente Neve e il suo vice robotico Punzek, i due vengono contattati urgentemente perché una centrale energetica si trova sotto attacco. Anche Topolino partecipa alle operazioni e scopre con orrore che Macchia Nera ha costruito un nuovo Darkenblot, più grosso e potente del precedente.

RDRModifica

Il Darkneblot sembra inarrestabile, ma Neve ha un piano ed affronta il criminale oscurando la sua camera ed inducendolo ad aprire la parte centrale per poter vedere dopo essersi lasciata cattrare per avvicinarsi. Purtroppo il suo piano và a monte per l'intervento Topolino che, pensando di salvarla, fà finire il Darkenblot in acqua con un macchinario da trasporto. Macchia Nera riesce a fuggire e Neve reguardisce Topolino mentre Punzek sospetta che i due topolinesi siano complici.

Dopo la pessima figuraccia, Topolino rientra in albergo dove, con sua grande sorpresa, trova il professor Pattilius. Lo scienziato gli rivela che la sua presunta assistente l'ha ingannato e che esiste una reale minaccia che grava su Robopolis. Egli consegna al detective una chiave USB, ma non fa in tempo a spiegare a cosa serva né cosa rappresenti la minaccia degli RDR perché viene aggredito da Macchia Nera. I robot trovano il solo Topolino sul luogo del crimine e diramano un mandato di cattura nei suoi confronti. Lo stesso Macchia Nera, per ottenere la chiave USB, lo aiuta a fuggire dalla polizia alimentando l'ipotesi che sia un suo complice agli occhi di Punzek che rimprovera una perplessa Neve di non avergli dato ascolto.

Ricercato e privo di qualsiasi appoggio, Topolino si reca dal suo vecchio amico Bernard, un ex-poliziotto ormai in pensione, che insieme ai suoi amici lo aiuta a nascondersi e a far luce sulla vicenda. Bernard cerca anche di convincere Neve (giunta con Punzek a perquisire il locale) a non fidarsi troppo delle macchine e lasciarsi guidare più dal suo istinto. Dopo essersi infiltrati nel commissariato per consultarne gli archivi grazie al loro spiodrone Charlie, Topolino scopre che la chiave apre uno scrigno che lo scienziato ha spedito alla conduttrice televisiva Jocelyn Lane e le chiede un incontro, ma anche Macchia Nera ha fatto la sua contromossa.

La chiave di tuttoModifica

Topolino si reca a casa di Miss Lane e scopre che lo scrigno che Pattilius aveva consegnato alla giornalista in realtà è un computer portatile. In un video lo scienziato confida loro le sue preoccupazioni: la Me Energia è fortemente instabile e causerà il malfunzionamento stimato del 5% delle apparecchiature robotiche, cosa che il suo finanziatore (che si rivela essere Mister Me) voleva mettere a tacere. I due non fanno in tempo a finire la visione del film che vengono interrotti da una folla di gente: gli RDR (che la giornalista aveva spiegato essere una setta al servizio di un essere che chiamano il Supremo e la loro sigla sta per Regno di Robopolis).

Il detective e la giornalista fuggono per le scale anti-incendio ma Jocelyn Lane viene catturata dal Darkenblot (che aveva messo fuori gioco la navetta di Bernard) il quale obbliga Topolino a seguirlo se non vuole che le accada nulla di grave. All'arrivo del Tenente Neve e della Polizia gli RDR accusano Topolino di aver rapito Miss Lane e di essersi fatto aiutare da Bernard e dagli altri ex-poliziotti. Tuttavia lo spiodrone Charlie si è salvato aggrappandosi di nascosto al Darkenblot.

Durante il viaggio Macchia spiega di aver offerto i suoi servizi a Mister Me che l'ha fatto evadere dal carcere di sicurezza ricostruendogli il Darkenblot. Tuttavia non aveva previsto che Mister Me avrebbe trovato uno stratagemma per riuscire a mantenerlo docile alle sue dipendenze. Il famigerato criminale è costretto ad obbedire agli ordini del ricco miliardario se non vuole avere un tremendo e insopportabile mal di denti dopo che gli era stato fatto bere con l'inganno un bicchiere con dentro dei nano-elettridi che si sono attaccati ai denti. Topolino però non è molto convinto. Macchia Nera conduce i suoi ospiti da Mister Me, che li sta aspettando con trepidazione perché tra poco inizierà la nuova era energetica per Robopolis.

I destini di RobopolisModifica

Mentre Topolino e Miss Lane sono prigionieri del perfido e crudele Mister Me, Bernard riesce a registrare i loro dialoghi attraverso Charlie ed a mostrarli al Tenente Neve. Il miliardario rileva di essere stato lui il mandante degli attacchi alle centrali energetiche della città per poter ottenere il monopolio completo dell'intero settore. Macchia Nera aspetta che il suo datore abbia finito il suo monologo e, dopo che Topolino tira fuori la questione, rivela di essere a capo della setta Regno di Robopolis e di avere intenzione di conquistare la città. Egli aveva scambiato i bicchieri ed aveva solo finto il mal di denti per far credere al miliardario di avere il controllo. Tutti gli uomini di Mister Me, compresa Makandra, da tempo sostenevano il loro nuovo leader e Mister Me si ritrova completamente solo.

Topolino e i suoi alleati vengono rinchiusi in una cella e, dopo aver parlato a Bernard e Neve tramite Charlie, decidono di finire di guardare il resto del filmato del professor Pattilius. Con loro grande orrore scoprono che il malfunzionamento tra robot è di gran lunga superiore al 5% stimato inizialmente; inoltre il rischio è che la Me Energia distrugga completamente la Terra perché è fortemente instabile e difficilmente controllabile. Nel frattempo Macchia Nera dà il via alla produzione di Me Energia che rapidamente provoca gli effetti catastrofici predetti dallo scienziato. I robot impazziscono e la Me Energia si riversa in quantità enormi sulla Terra ed il grande scudo della città comincia a scendere e schiacciare gli edfici più alti. Il sindaco cerca di arginare i danni diramando in televisione i codici di disattivazione dei robot mentre Neve e il gruppo di Bernard scappano da Punzek e gli altri poliziotti-robot in tilt. Per distruggere la centrale energetica di Mister Me, Macchia Nera decide di attivare il meccanismo di autodistruzione del suo Darkenblot ed è costretto ad aiutare Topolino quando cerca di spostare una trave che stava fermando la camminata in automatico del Darkenblot. La centrale viene distrutta, Macchia Nera e Mekandra riescono a scappare mentre Mister Me viene arrestato e Topolino viene celebrato nuovamente come eroe cittadino.

Topolino può così contattare Minni per spiegarle cos'è successo, ma la fidanzata si arrabbia quando lo vede in tv mentre Lane e Neve gli danno un bacio di ringraziamento. Per farsi perdonare le presenta Top Cruise, l'attore che lo interpretava nel film, che però si prende una secchiata d'acqua da Minni che si accorge troppo tardi che non era Topolino.

Progetti FuturiModifica

Lente Per approfondire, vedi le voci Darkenblot 2.1 - Nuovi poteri, Darkenblot 2: Il ritorno - Conflitto smodato e Darkenblot 3 - Nemesis.

A marzo/aprile 2017, quattro anni dopo la pubblicazione delle prime due storie, Casty e Pastrovicchio hanno pubblicato il terzo episodio della saga intitolato Darkenblot 3 - Nemesis, preceduto dal prologo Darkenblot 2.1 - Nuovi poteri e dalla storia Darkenblot 2: Il ritorno - Conflitto smodato.

RistampeModifica

Darkenblot 2.0 - Regeneration è stata ristampata per intero nella Definitive Collection 6 con l'aggiunta di alcuni storybord e il commento dei due autori.

GalleriaModifica

Storia precedente Darkenblot 2.0 - Regeneration Storia successiva
Darkenblot - Il futuro è già qui

Topo2940

12 novembre - 3 dicembre 2013 Darkenblot 2.1 - Nuovi poteri

Darkenblot 2.1