FANDOM



Paperino originale Questo è un articolo dal contenuto originale

Creato integralmente dalla comunità di PaperPedia.

Arrivano di notte
X mickey 25
Informazioni generali
Codice Inducks:I XM 25-1
Sceneggiatura:Marco Bosco
Disegni:Paolo Mottura
Prima uscita:1 Maggio 2003,

X-Mickey 25/976

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:34
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Arrivano di notte è una storia della serie X-Mickey, serie dalle atmosfere gotiche-horror senza rinunciare però a un tocco di umorismo, scritta da Marco Bosco e disegnata da Paolo Mottura.

TramaModifica

Pipwolf e Topolino stanno attraversando la regione del Lostvaal una delle tappe della giornata per la prova pratica di accompagnatore per l'esame di Pipwolf, tale prova consente di usare solo mezzi di trasporto normali. Con somma gioia di Topolino, che è davvero esausto di camminare, per la prossima tappa Pipwolf ha prenotato due posti su un pullman turistico e dopo essersi fermati per un buon pasto e aver conosciuto le persone che prenderanno parte al giro turistico il pullman è pronto a partire con direzione Meerver.

Durante il viaggio il pullman subisce un guasto e i turisti preoccupati di passare la notte in quel posto, visto le strane leggende e racconti che si narrano, sperano che i soccorsi chiamati dall'autista giungano li il più presto possibile. L'autista propone però a tutti di raggiungere Meerver a piedi e dopo aver preso i bagagli si incamminano verso il villaggio che dista solo pochi metri prima del calar delle tenebre. Topolino si fa raccontare della storia dei mostri che abitano queste terre scoprendo che questi strani esseri chiamati Wandar fossero gli unici abitanti del Lostvaall e nessuno osava addentrarsi qui per paura di diventare loro preda ma un giorno un grande cataclisma che provocò un devastante terremoto inghiotti quegli esseri fino a spedirli nelle viscere della terra.

Giunti finalmente al villaggio un altro mistero si pone davanti. Il villaggio infatti e ormai disabitato da tempo e nessuno sa dove sia finita le gente del luogo, quel luogo un tempo ricchissimo in cui i suoi abitanti decisero di costruire un lussuosissimo Palazzo del Municipio al cui interno i più prestigioso architetti,pittori e orologiai misero il loro tocco personale e che diventò presto una famosa attrazione turistica del luogo ma al termine dei lavori si dice che accadde qualcosa che costrinse gli abitanti a fuggire.

Decidono tutti di passare la notte aspettando i soccorsi all'interno del municipio ma si accorgono che il signor Qylion, uno dei turisti del gruppo, è sparito e in comune accordo lo vanno a cercare dividendosi in più gruppi. Topolino e Pipwolf giungono fino al cimitero dove, dopo il rintocco di campana, i Wandal (molto simili agli zombie) dei racconti iniziano a risvegliarsi e inseguirli. Il gruppo fa subito rientro al municipio per scappare dagli affamati Wandal dove dopo essere passati dal gigantesco salone del municipio ritrovano il signor Qylion che gli rivela di essere Klotz, il maestro orologiaio che fece costruire l'orologio della torre del municipio, tornato indietro per rimediare al disastro provocato in gioventù.

Qylion racconta che volle creare per il municipio il suo capolavoro, un orologio in grado di inviare telepaticamente il segnale orario all'intero villaggio ma l'eccesso di energia prodotto dal meccanismo risvegliò ai rintocchi della campana i Wandal che ogni notte puntuali si risvegliano dal loro sonno. Tutto ciò accadde per la prima volta proprio durante la sera di inaugurazione del municipio dove quei mostri assalirono la gente del villaggio e cosi da allora il villaggio fu abbandonato. Dopo quella notte anche Qylion fuggi non rivelando, per la vergogna, a nessuno cosa aveva fatto ma ora dopo tanti anni è tornato per porre fine a tutto questo attivando il comando di sicurezza manuale, progettato per precauzione, e portare avanti le lancette dell'ora fino al momento in cui viene prodotta la scarica che spegne i mostri.

La levetta però si rompe e i famelici Wandal sono ormai giunti davanti al gruppetto di turisti ma Pipwolf e Topolino, uscendo dalla finestra e arrampicandosi sulla torre del municipio, riescono a spostare manualmente le lancette rispedendo i mostri nelle viscere della terra. Il gruppetto esce cosi dal municipio dove ad attenderli ce già il pullman dei soccorsi pronti ad accoglierli a bordo e riportarli a casa. Durante il viaggio di ritorno Pipwolf comunica a Topolino la prossima tappa del tour il quale e ormai rassegnato a ciò che può incontrare nel Mondo dell'impossibile.

PubblicazioniModifica

La storia è stata pubblicata in Italia, Francia, Svezia e Norvegia

Storia precedente Arrivano di notte Storia successiva
In trappola

In trappola

1 maggio 2004 La Porta Chiusa

La porta chiusa