FANDOM



Paperino originale Questo è un articolo dal contenuto originale

Creato integralmente dalla comunità di PaperPedia.

Ancora un giorno
Pk2 7
Copertina
Informazioni generali storia lunga
Codice Inducks:I PK2 7-1
Soggetto:
Sceneggiatura:Augusto Macchetto
Disegni:Sergio Cabella
Inchiostri:Gianni Gatti
Prima uscita:1 luglio 2001
Casa editrice:Walt Disney Italia
Lingua:Italiano
Pagine:62
Personaggi storia lunga
Personaggi principali:


"Ne è passato del tempo, eh? (E a quanto pare, non ha avuto riguardi per te, amico)…"
Roger l’elettricista (rivedendo il suo vecchio boss Hobey ridotto a un barbone

Ancora un giorno è un episodio della serie PK2, scritto da Agusto Macchetto, disegnato da Sergio Cabella e apparso per la prima volta nel luglio 2001 sul numero 7 della rivista omonima.

TramaModifica

Hobey Robson, [1]uscito di prigione, è tornato all’esistenza di barbone, ma, in seguito all’avventura con la misteriosa Profunda, ha sviluppato dei poteri paranormali, che gli consentono, sfruttando le antenne installate da Everett Ducklair, di sentire nella sua mente i pensieri di tutti i paperopolesi. Dapprima sconvolto, Hobey impara presto a fare uso delle sue facoltà: ruba duecentomila dollari a un criminale e si impadronisce di documenti compromettenti, con cui può ricattare il governatore e chiedergli di finanziargli il ritorno in affari.

PK, intanto, ha fatto amicizia con Lyonard D’Aq, che gli ha rivelato come i capannoni della Century e Co fossero, negli anni Cinquanta, la base del supereroe Astrongman. Il papero mascherato, inoltre, prosegue la sua campagna contro le antenne installate da Ducklair e, dopo vari esperimenti, riesce a farne saltare una senza risvegliare l’attenzione dei droidi.

Angus Fangus, che ormai ha scelto come bersaglio fisso Everett al posto di PK, lancia dagli schermi di 00 Channel una campagna contro le antenne di Ducklair, così virulenta da far scoppiare autentici tumulti popolari.  Hobey difende strenuamente le antenne, fonti del suo potere, sia contro la folla sia contro PK. A questo punto, però, Ducklair, che, senza parere, ha seguito attentamente la situazione, decide di far saltare le antenne di sua iniziativa, sacrificando le istallazioni più appariscenti ma conservando in funzione il resto della rete, pronto ad essere riutilizzato. Hobey, tornato alla sua condizione precedente, viene fermato dalla polizia mentre vaga in stato confusionale.

Nella sottotrama dedicata a Rupert Potomac, il goffo guardiano del Duckmall Center diventa geloso della attenzioni che Stella Nice riserva al suo amico Paperino.

Analisi Modifica

Ultimo, e più convincente, capitolo di quella che si potrebbe chiamare "la trilogia delle antenne".

La storia sembra anticipare le preoccupazioni moderne sullo sviluppo di internet e sul trattamento dei dati riservati. Il tema della rete che collega le esistenze umane si riflette anche nella tecnica narrativa. Come in un film di Robert Altman, seguiamo quattro vicende parallele (Pk, Hobey, Everett, Angus; senza contare le digressioni su Rupert e Lyonard) che si intersecano continuamente, con risultat suggestivi, anche se a volte difficili da seguire.

Interessante lo sviluppo dato al personaggio di Hobey finora una semplice pedina nelle mani di Profunda, a cui vengono dati un passato, uno spessore psicologico e dei superpoteri; viene da rimpiangere che gli autori, invece di sfruttare le sue potenzialità come antagonista, abbiano preferito chiudere sul nascere le sua carriera come supercriminale.

CuriositàModifica

La rubrica Digital Pk2 racconta la storia della Century e Co, un tempo grande compagnia ferroviaria, i cui capannoni abbandonati sono stati usati come base prima da Astrongman e poi da PK.

NoteModifica

  1. Di lui scopriamo che, in passato, è stato un brillante manager di un'azienda informatica, prima di essere licenziato per una ristrutturazione.